Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei uno sperimentatore che ama costruire la propria attrezzatura, risparmiando e assaporando la soddisfazione di lavorare con uno strumento fatto con le proprie mani?

Se desideri lanciarti nell'eccitante impresa di costruire un radiotelescopio a microonde, se hai un minino di pratica con le costruzioni elettroniche (ne serve davvero poca....) e ami “sporcarti le mani” con saldatore e fili elettrici, RAL10KIT è il prodotto giusto per te.

Si tratta di un modulo sviluppato ad “hoc” per radioastronomia amatoriale: è il nucleo centrale di un ricevitore Total-Power (comune a tutta la famiglia di prodotti RAL10) che integra le funzioni importanti (e critiche) di un radiometro ed è programmabile via software.

Per costruire il tuo radiotelescopio serve un'antenna TV Satellitare in banda Ku (10-12 GHz) o in banda C (3-4.5 GHz), completa di supporti meccanici, illuminatore e LNB (Low Noise Block Converter). Il segnale ricevuto dall'antenna, amplificato e convertito in frequenza dall'LNB (trasla verso il basso la “finestra” di ricezione nella banda 900-2000 MHz), è inviato al ricevitore RAL10KIT tramite un cavo coassiale.

Puoi scegliere qualsiasi tipo di antenna e accessori per TV-SAT, nuovi o di recupero. Più grande sarà l'antenna, più sensibile sarà il radiotelescopio.

Dopo aver assemblato RAL10KIT in una scatola metallica e realizzato un alimentatore stabilizzato, si collega il cavo coassiale che proviene dall'antenna, si installa su PC il software da noi fornito e...

...siamo pronti per le prime osservazioni!

 

come costruire un radiotelescopio amatoriale per scopi didattici
Modulo radiometrico per costruire un radiotelescopio

 

La confezione comprende il modulo radiometrico, l'interfaccia USB per il collegamento al PC di stazione e il software per l'acquisizione e il controllo dello strumento.

Sono fornite dettagliate istruzioni per il montaggio e per l'installazione del radiotelescopio: se hai dubbi o difficoltà contattaci, ti aiuteremo!

 

modulo radiometrico

 

Lo schema mostra la struttura dello strumento: i primi due blocchi (antenna, LNB e cavo coassiale) sono componenti commerciali, il resto è RAL10KIT. Anche se l'immagine indica una banda di ricezione 10-12 GHz (quella più comune, data la reperibilità degli accessori TV-SAT nelle nostre zone), è possibile utilizzare LNB (e relativa antenna) con qualsiasi frequenza di ingresso, purchè le frequenze di uscita siano comprese nella “finestra” di ricezione accettata da RAL10KIT (1390-1440 MHz).

Il filtro all'ingresso stabilisce la forma della banda passante e protegge dalle interferenze, conservando la possibilità di ricevere la frequenza “magica” dell'idrogeno a 1420 MHz.

Il ricevitore amplifica e misura la potenza del segnale ricevuto e, tramite un convertitore analogico-digitale (ADC) ad elevata risoluzione, converte in forma numerica il segnale rivelato, posizionando il livello di “zero” in punto opportuno della scala. Le funzioni critiche del ricevitore, così come la possibilità di impostare i vari parametri operativi e la comunicazione con il PC tramite il modulo interfaccia USB, sono gestite dal processore, a tutto vantaggio dell'economia, della compattezza e della precisione nella misura. Per ottimizzare la sensibilità del sistema, è possibile integrare il segnale rivelato con una costante di tempo programmabile.

È sempre fornito gratuitamente il software di acquisizione e di controllo, utilizzabile liberamente con tutte le principali piattaforme PC: ai nostri clienti garantiamo supporto costante e aggiornamenti gratuiti del nostro software.

 

modulo radiometrico

 

Effettivamente, l’utilizzo di un modulo progettato “ad hoc” per le osservazioni radioastronomiche, garantisce prestazioni sicure e ripetibili, soprattutto a chi si accosta per la prima volta alla radioastronomia amatoriale.

software radioastronomia

Caratteristiche tecniche

  • Banda di ingresso di RAL10KIT: 1390-1440 MHz.
  • Guadagno tipico della sezione RF: 20 dB.
  • Impedenza di ingresso (connettore F): 75 Ω.
  • Commutazione della polarizzazione (orizzontale o verticale) con salto di tensione.
  • Alimentazione LNB attraverso il cavo coassiale (fusibile di protezione).
  • Rivelatore quadratico compensato in temperatura per la misura della potenza di segnale RF.
  • Impostazione dell’offset per la linea di base radiometrica.
  • Calibrazione automatica della linea di base radiometrica.
  • Costante di tempo dell'integratore programmabile: da circa 0.1 a 26 secondi.
  • Guadagno in tensione di post-rivelazione programmabile: da 42 a 1008 in 10 passi.
  • Acquisizione del segnale radiometrico con ADC a 14 bit.
  • Memorizzazione dei parametri operativi del radiometro.
  • Microprocessore per la gestione del sistema.
  • Interfaccia USB (tipo B) per il collegamento al PC con protocollo di comunicazione proprietario.
  • Tensioni di alimentazione: 7 ÷ 12 VDC – 50 mA (Ricevitore), 20 VDC – 150 mA (LNB).

 

Come Costruire un Radiotelescopio Amatoriale: RAL10KIT

Questioni e dubbi sulla radioastronomia amatoriale

perchè non costruire un radiotelescopio con noi?